Cari Amici e Amiche,
vi raggiungiamo per invitarvi ad una rassegna di grande qualità e bellezza che si terrà tra pochi giorni a Pisa, il 25 e 26 Settembre prossimi. 
Il nuvolone cupo dell'attualità mediatica imperterrito non accenna a diminuire la sua fitta pioggia, ma per fortuna vi è anche un'altra vibrante attualità che attraverso i media non trapela così ciechi, volontariamente o meno,
nel loro reportage del corpo moribondo.
Vi è un'altra attualità fatta di cellule sparse per il mondo che con quotidiana dedizione e fierezza ogni giorno compiono gesti e immaginano progetti finalizzati a ri-generare nei vari ambiti il corpo collettivo di cui siamo parte. L'iniziativa che vi segnaliamo e alla quale calorosamente vi invitiamo a partecipare appartiene a questi gesti, ai gesti del 'fare anima' nel contesto educativo.  AnimaMundi è partner di questo progetto e non può che sostenerlo. Noi partiremo dal Salento per esserci e voi?
Di seguito trovate dettagliate informazioni.
 
 

"Fare Anima in Educazione"

- La Bellezza come Visione e come Pratica -

L'evento formativo vuole essere un momento per riflettere, assieme a tutti voi, sull'importanza della Bellezza e delle pratiche sensoriali e simboliche nelle nostre esperienze culturali, nell'insegnamento, nell'essere genitore, nelle nostre relazioni affettive. Ogni qual volta riattiviamo infatti la nostra percezione immaginativa re-impariamo a governare l’impulso oggi quasi maniacale di voler a tutti i costi possedere e controllare: dalla prestazione scolastica, al territorio, all'ambiente, all'educazione dei figli, alle cose.

 
La Pedagogia Immaginale ci insegna a perfezionare la percezione del mondo e delle relazioni, entro una Visione che educa ad “Abitare la terra” e ci insegna ad Ospitarne la sua Bellezza.

Partecipare alla Rassegna, consente di prendere parte alla presentazione dei modelli teorici ed i metodi di lavoro scaturiti dalla cultura del "Fare Anima", seguiti dalla sperimentazione di pratiche immaginali e controeducative, orientate a nutrire l'Educare e a restituire intensità, fascino, profondità e spessore alla sensibilità educativa.


I laboratori esperienziali della Rassegna- "Radure Immaginali", saranno condotti da formatori esperti nei campi dell'educazione e della pedagogia, a livello nazionale.

"Mi piacerebbe molto, che le persone con cui ho fatto "carovana" in questi anni, incontrate nei gruppi di sostegno alla genitorialità, nei gruppi di formazione ed attraverso gli incontri di consulenza pedagogica, potessero essere presenti assieme a me, nelle "Radure"(Laboratori Esperienziali )"  scrive così Sara Costanzo, ideatrice e organizzatrice della rassegna.


Che cosa è la Pedagogia Immaginale?
La Pedagogia Immaginale è un orientamento di ricerca e di pratiche educative, che riconosce come suoi antecedenti significativi autori come Henry Corbin, Carl Gustav Jung, Gaston Bachelard, Gilbert Durand e James Hillman, che hanno in comune la valorizzazione dell’
Immaginazione Creatrice come facoltà conoscitiva e la fiducia profonda nell’integrità di un cosmo, in cui è possibile scoprire e sviluppare un reticolo di corrispondenze vitali e simboliche in continuo divenire.


In allegato il Volantino e la Brochure.

Per l'Iscrizione, è possibile inviare mail o telefonare allo Staff Organizzativo, 
secondo le modalità indicate nella Brochure entro e non oltre il 15/09.

Ricordo che la Rassegna è a numero chiuso.

 

Un caro saluto e abbraccio 

 www.saracostanzo.it  - www.suonidalmondo.com

 

Articolo precedente "Posso rispondere soltanto alla presenza di me stesso" di Christian Bobin
Prossimo articolo La santità non è affatto ciò che immaginiamo - Christian Bobin dal libro "Resuscitare"